• it

dicembre

dom11dic17:0018:00NINA DELLE STELLE a Nanto (Vi)nell'ambito delle iniziative per l'iniziativa regionale Green Tour - verde in movimento17:00 - 18:00 piazza Simposio, Nanto (Vi)

mer14dic10:0011:30I VULNERABILI a Vignola MOprogetto di educazione stradale in collaborazione con gli Uffici Scolastici Territoriali e l'Osservatorio Regionale per l'educazione stradale dell'Emilia Romagna10:00 - 11:30 via Minghelli 11, Vignola MO

gio15dic10:0011:30I VULNERABILI a Modenaprogetto di educazione stradale in collaborazione con gli Uffici Scolastici Territoriali e l'Osservatorio Regionale per l'educazione stradale dell'Emilia Romagna10:00 - 11:30 Piazza della Cittadella, 11 - 41123 Modena

mer21dic9:3011:00I VULNERABILI per MOVESla tournée veneziana de I vulnerabili9:30 - 11:00 via G. Matteotti, Mirano (Ve)

Contatti

Federica Bittante:
E-mail: federica.bittante@zeldateatro.com
mob.: 340 9362803
skype: fedebit
E-mail: info@zeldateatro.com
Fax: 0422 97452

L’APPRENDISTA

il Veneto e i veneti raccontati da Luigi Meneghello

L’APPRENDISTA

il Veneto e i veneti raccontati da Luigi Meneghello

con Filippo Tognazzo
musiche originali di Luca Francioso e Ivan Tibolla
una produzione Zelda Teatro

Ci sono due strati nella personalità di un uomo; sopra, le ferite superficiali, in italiano, in francese, in latino; sotto, le ferite antiche che rimarginandosi hanno fatto queste croste delle parole in dialetto. Quando se ne tocca una si sente sprigionarsi una reazione a catena, che è difficile spiegare a chi non ha il dialetto.
Ma questo nòcciolo di materia primordiale (sia nei nomi che in ogni altra parola) contiene forze incontrollabili proprio perché esiste in una sfera pre-logica dove le associazioni sono libere e fondamentalmente folli. Il dialetto è dunque per certi versi realtà e per altri versi follia.

Una terra in evoluzione, un mondo che muta: il Veneto del secondo dopoguerra, il lavoro, la lingua, la religione negli occhi e nelle parole di uno dei più innovativi scrittori del Novecento. Dallo straordinario esordio con Libera nos a malo, alla resistenza dei semplici ne I piccoli maestri, Luigi Meneghello si muove in equilibrio fra passato e modernità, fra sguardo nostalgico e ironia.

Un reading suggestivo e poetico in grado di far sorridere e commuovere.

I brani letterari sono tratti da: I piccoli maestri, Libera nos a malo, La materia di reading.

Leggere Meneghello oggi significa riappropriarsi di un pezzo della nostra storia, ma anche riflettere sulla nostra lingua.
Sento spesso parlare di dialetto, ma purtroppo spesso se ne ha un’accezione “folkloristica”, a tratti triviale.
Esiste un dialetto veneto poetico, sincero ed evocativo ed è quello di Meneghello, Pascutto, Calzavara, Franzin e di molti altri grandi scrittori contemporanei.
Il dialetto nelle loro pagine trattiene qualcosa di primordiale, dirompente e vitale: come diceva Meneghello “è per certi versi realtà e per altri versi follia”.

Filippo Tognazzo

lettura d’attore e musica dal vivo, ragazzi e adulti
spettacolo tutelato OLAF, musiche tutelate

Scarica PDF presentazione L’APPRENDISTA (prossimamente disponibile)
Scarica PDF scheda tecnica L’APPRENDISTA (prossimamente disponibile)
2022-11-25T13:20:56+00:00
X