• it

gennaio

14dic(dic 14)8:0025gen(gen 25)12:00RADIO PEPINITA! per l'Istituto Comprensivo di Mestrino (Pd)la rapa la terra la pace la guerra(dicembre 14) 8:00 - (gennaio 25) 12:00

dom23gen17:0018:00NINA DELLE STELLE a Creazzo (Vi)puoi salvare il mio pianeta?17:00 - 18:00 via Alessandro Manzoni 7, Creazzo (Vi)

dom30gen15:0018:00RADIO PEPINITA! in Corte Ospitale a Rubiera (Re)la rapa la terra la pace la guerra15:00 - 18:00 piazza Antonio Gramsci 1/B, Rubiera (Re)

dom30gen15:3016:30NINA DELLE STELLE a Milanopuoi salvare il mio pianeta?15:30 - 16:30 Via Ulisse Dini 7, Milano

Contatti

Federica Bittante:
E-mail: federica.bittante@zeldateatro.com
mob.: 340 9362803
skype: fedebit
E-mail: info@zeldateatro.com
Fax: 0422 97452

LA FOIBA GRANDE

LA FOIBA GRANDE

Di Carlo Sgorlon
Prima edizione: settembre 1992, Arnoldo Mondadori Editore S.p.A., Milano
Ed. di riferimento: Mondadori, 2010

            “Erano per fatti come questo che le foibe, piccole o grandi che fossero, emanavano un vapore sottile di pegola e di sventura, quasi che dal loro fondo continuasse a venir su un fumo di zolfo, come nelle fumarole vulcaniche. Con il calore grande dell’estate, quando l’aria tramava sulle rocce e sulle colline, anche adesso chiunque avrebbe giurato che dalla foiba granda uscisse un vapore. Qualcuno sosteneva che dall’inghiottitoio sortisse anche un lungo ansito, in qualche modo, prevalentemente nei mesi freddi, quasi che le foibe fossero polmoni della terra, che generassero respiri emessi da un dinosauro antidiluviano, sepolto vivo lì sotto.”

Carlo Sgorlon, La foiba grande

La foiba grande narra le vicende dell’immaginario paese istriano di Umizza fra il periodo della sua fondazione, verso la fine del 1600, e l’esodo giuliano-dalmata. I suoi abitanti, frutto di una secolare mescolanza fra slavi, austriaci e italiani, vivono sulla loro pelle l’assurdità di un conflitto fratricida che li vede continuamente passare dall’occupazione italo-tedesca a quella delle truppe titine. Nel corso dei tragici eventi sempre più persone svaniranno misteriosamente, probabilmente gettate nelle profonde gole delle foibe.

La forza narrativa del romanzo è data proprio dalla vitalità e autenticità dei personaggi rappresentati, dalle relazioni e dai conflitti che li animano. Un grande affresco corale che narra lo spaesamento di un popolo travolto da un conflitto che non riesce a comprendere. Per questo motivo La foiba grande, pur raccontando la storia di un eccidio, è in realtà una riflessione sulla ricaduta delle vicende storiche sulla vita dei semplici cittadini e sul ruolo della memoria storica.

Programmazione per:

La Foiba Grande

Nessun evento in programma

2017-10-16T15:24:26+00:00
X